Home » Se vuoi scrivere, gestisci (bene) le tue risorse

Se vuoi scrivere, gestisci (bene) le tue risorse

Se hai valutato le tue risorse, saprai di quanto tempo e denaro puoi disporre. È un riferimento importante per sapere come indirizzare al meglio il tuo impegno. Ancora più importante, avrai gli strumenti per modellare le tue aspettative in modo da porti obiettivi sfidanti, ma concreti e alla tua portata.

Quanto tempo dovrei dedicare alla scrittura narrativa?

  • Quando inizierai ti consiglio di dedicarti esclusivamente alla teoria.
  • Quando avrai acquisito le basi, inizia il ripasso e aggiungi la pratica e la lettura.

Tre ore al giorno sono una stima dell’impegno che potrebbe chiederti la scrittura, così suddiviso:

  1. lettura di narrativa: 1 ora
  2. studio della teoria: 1 ora
  3. pratica della scrittura: 1 ora

Puoi investire meno tempo? Certo! Ma ricorda che con poche decine di minuti al giorno non potrai ottenere gli stessi risultati, nello stesso tempo, di quelli che otterresti se vi dedicassi alcune ore. Logico, no?

Puoi calare fino a 45-60 minuti al giorno. Ti suggerisco di mantenere una proporzione analoga tra le tre discipline:

  1. lettura di narrativa: 15-20 minuti
  2. studio della teoria: 15-20 minuti
  3. pratica della scrittura:15-20 minuti

Se non riesci neppure a investire questo tempo, dedica così 30 minuti al giorno:

  1. lettura o studio, alternati di giorno in giorno: 15 minuti
  2. pratica della scrittura: 15 minuti

Un risparmio di tempo, per la lettura di alcuni testi (non di tutti i tipi), è l’abbonamento a una piattaforma di audiolibri.

Nella pratica della scrittura, privilegia la costanza.
Meglio scrivere 15 minuti tutti i giorni, che un’ora filata per poi non toccare la penna (tastiera) per i tre giorni successivi. Ecco come puoi esercitarti e avere riscontri.

Quanto denaro dovrei investire nella scrittura narrativa?

Puoi avere una buona formazione di base gratis. Ma se vuoi fare sul serio, non sarà sufficiente. Dovrai leggere, e meno che tu non voglia andare sempre in biblioteca, questo ha un costo.

200 euro è una stima per l’acquisto delle basi di apprendimento: almeno un paio di manuali cartacei, un e-book reader decente, e qualche e-book di partenza. Perché un e-book reader?

10 euro al mese è circa il costo di un abbonamento a una piattaforma di audiolibri.

1000 euro è circa il costo di un videocorso serio, ben fatto. (presto un approfondimento)

Puoi fare anche aggratis con biblioteche, prestiti ecc. Ma, sinceramente, non ho consigli da darti in merito. Ricorda però che se stai investendo sulla tua formazione, il tempo è davvero denaro. Non ha quindi senso, concettualmente, lo spreco di ore della tua vita per un risparmio di pochi euro.

Nessuno di noi è immortale, e il tempo è una risorsa finita. Questo pensiero dovrebbe spronarti all’azione. Ma se noti che si traduce in ansia: lascia perdere, prenditela comoda e vivi in una consapevole rilassatezza. Ma consapevole, appunto.
E inizia il tuo percorso.

Questo articolo fa parte della raccolta di consigli per scrittori dilettanti.

A chi può piacere?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *